Lavori del futuro, abilità del futuro

F1-e1445502546871Entro il 2030, 375 milioni di lavoratori – circa il 14% della forza lavoro globale – perderanno la loro utilità per colpa dell’automazione.

Il dato arriva da un report di McKinsey, pubblicato ieri, che analizza lo spiazzamento che l’automazione provocherà nel prossimo futuro. Gli analisti stimano che una quota compresa tra 400 e 800 milioni di persone dovranno trovarsi una nuova occupazione, dal momento che le macchine penetreranno sempre di più nei settori industriali. Di questi, 375 milioni dovranno cambiare completamente lavoro. Continua a leggere

McKinsey fotografa l’economia: figli di oggi più poveri dei padri

Quasi tutte le economie industrializzate stanno vivendo il loro momento di picco discendente e le popolazioni sembrano stare peggio ora che dieci anni fa. È un dato, fotografato dall’ultimo rapporto di McKinsey Poorer than parents? A new perspective on income inequality, che non incoraggia e denuncia una situazione del mondo del lavoro tutt’altro che rosea e che in Italia è la peggiore tra i Paesi analizzati.

Lo studio di McKinsey ha preso in esame le 25 economie più ricche del pianeta. Il problema si registra nella decade compresa fra il 2005 e il 2014, nel pieno della crisi finanziaria esplosa nel 2008. Fra il 65% e il 70% della popolazione si ritrova al termine del decennio con redditi fermi o addirittura in calo rispetto al punto di partenza. Si tratta di un fenomeno inaudito nei sessanta anni precedenti, all’incirca dalla fine della Seconda guerra mondiale in poi. Continua a leggere